FACE-LIFT

FACE-LIFT

L’avanzare dell’età lascia segni anche sul viso e sul collo. La pelle e le strutture sottocutanee del viso tendono a rilassarsi. Il processo può essere paragonato allo scivolamento del viso verso il basso.

Il metodo che riesce a invertire i sintomi di invecchiamento sulla pelle è la ritidectomia (il lifting facciale chirurgico). L’intervento consiste nel praticare incisioni davanti all’orecchio, in alcuni casi nella parte anteriore della punta del lobo, e separare la cute del viso e del collo dai muscoli sottostanti. La parte del viso sottostante così liberata viene sollevata e rassodata con una tecnica speciale. La pelle precedentemente separata viene poi rimessa in tensione e ricucita con la sutura delle incisioni praticate.

Il decorso postoperatorio ha prevalentemente carattere ambulatoriale. Il paziente indossa una speciale calza sul viso per 14 giorni. In questo periodo si riassorbono l’edema post-operatorio e gli ematomi medio grandi.

Se oltre al cedimento della pelle il viso presenta anche alcune rughe, consigliamo di effettuare l’intervento in abbinamento al peeling con laser. In questo modo, sulla cute rassodata si rimuovono le rughe anche nelle parti in cui il lifting non ha avuto modo di intervenire (zona della bocca e del mento, zona delle palpebre inferiori).

L’intervento combinato richiede una degenza di 4 – 5 giorni per garantire al paziente di ricevere le medicazioni nel massimo comfort e per prevenire eventuali complicazioni.

FACE-LIFT_1FACE-LIFT_2